Mappa di Comunità

                                                                                                         Consulta la mappa di comunità dell’Alta Irpinia interattiva

Cosa è e quali potenzialità può esprimere

L’Alta Irpinia sono le acque che sgorgano dalle pendici dei monti Picentini, il Laceno, le cascate, le terme. Alta Irpinia sono le rocche, i castelli e i borghi disseminati sul territorio, la loro storia millenaria e le persone che li vivono. Alta Irpinia sono i boschi che hanno permesso agli abitanti di scaldarsi, costruire e sopravvivere, che hanno nascosto i briganti e che custodiscono personaggi mitologici. Alta Irpinia sono i panorami ampi, che si spingono fino oltre i confini regionali. Sono i pascoli e le greggi che si spingono sulle creste

dei monti Picentini e le castagne raccolte nei bassi versanti. Ma Alta Irpinia significa anche radici: è la nonna calitrana che prepara le “cannazze” al nipote emigrato che torna a casa e, allo stesso tempo, chi scommette sul proprio territorio e ci rimane. Alta Irpinia è anche tanto altro: è quello che percepiscono le persone che ci abitano, che la vivono e che la amano.

Come trasportare la percezione locale a chi ancora non conosce il territorio?

E come tenere conto delle volontà di sviluppo e frequentazione nei processi di pianificazione territoriale e di sviluppo turistico?

Un’opportunità, applicata nello Studio Tecnico a supporto del piano strategico di valorizzazione del patrimonio forestale dell’Alta Irpinia, è la redazione di una Mappa di Comunità: una mappa che  viene costruita a partire dalla viva voce delle comunità locali, sotto il coordinamento di figure professionali che abbiano uno sguardo ampio e che possano tessere insieme i fili che costituiscono la trama del territorio, osservandolo nel suo complesso.

Nonostante i limiti legati alla pandemia in corso, sono stati gli abitanti e le amministrazioni locali a raccontare il territorio, fornire mappe e documenti, a realizzare incontri. Le stesse persone che hanno raccontato cos’è #AltaIrpinia sui social, che hanno condiviso pagine di diario e racconti familiari, tradizioni e ricette.

Il risultato è un documento che rappresenta anche la dimensione simbolica, il capitale sociale e la vita reale dell’Alta Irpinia: mentre una carta turistica mostra i luoghi, una mappa di comunità ben fatta illustra anche perché quei luoghi sono importanti, dal punto di vista di chi li vive.

Il prodotto finale del progetto non è, però, il prodotto definitivo: una mappa di comunità è uno strumento dinamico, che dovrà essere in grado di evolversi insieme al territorio. Evoluzione e aggiornamento necessari per andare oltre i limiti imposti dai tempi tecnici di realizzazione e che permetteranno di completare il processo di coprogettazione.

Il risultato del processo di mappatura non rimarrà soltanto un documento all’interno del sito del Progetto AFAI, ma potrà continuare la sua vita come strumento di promozione territoriale, archivi culturale e strumento di crescita per la coscienza di luogo. Per invitare a conoscere davvero l’Alta Irpinia.

La Mappa interattiva è consultabile CLICCANDO QUI