Energia

Il tema della gestione sostenibile dell’energia ha assunto un valore strategico per lo sviluppo locale. Per i territori montani la transizione ad un nuovo modello di generazione ed utilizzo dell’energia prospetta grandi opportunità e evidenti rischi. Questi contesti, infatti, sono caratterizzati da una notevole potenzialità di produzione di energia verde (si pensi al caso delle biomasse, dell’idroelettrico e dell’eolico), ma al contempo presentano scarsa capacità progettuale e programmatoria sistemica. Anche i profili di utilizzo dell’energia, così come delle altre risorse naturali, presentano ampli margini di miglioramento. Le attività della Fondazione sull’area tematica energia saranno concentrate su:

Efficientamento energetico – L’efficienza può essere considerata come una vera e propria fonte energetica. Spesso rappresenta la via più efficiente ed economica per la riduzione delle emissioni climalteranti e per aumentare la sicurezza e la competitività dei sistemi energetici (sia nazionali che locali). In questo ambito – per le pubbliche amministrazioni – è di fondamentale importanza il tema dell’efficientamento degli edifici, dell’illuminazione pubblica e della gestione del ciclo delle acque.

Generazione distribuita: come detto le aree montane presentano un notevole potenziale di generazione di energia da fonte rinnovabile, che va sfruttata in maniera sostenibile e in armonia con le vocazioni territoriali. Inoltre, una gestione più intelligente delle risorse energetiche locali porta a benefici più generali in termini di gestione delle criticità ambientali (es. dissesto idrogeologico).

La realizzazione di progetti in queste aree richiederà di lavorare in sinergia tra soggetti pubblici e privati (es. Utility, ESCo), nonché con attori della ricerca e innovazione (es. ENEA, RSE) per avere un pieno accesso a tutte le fonti di finanziamento – sia regionali che nazionali ed europee- disponibili in questo settore.